SCUOLA/ Studio contro svago, una partita a calcio fa meglio dei compiti a casa

V. Capasa, ilsussidiario.net, 11 aprile 2017

Avviso urgente per i colloqui scuola­famiglia. Onde evitare inutili lamentele su questi ragazzi che studiano poco perché pensano solo al calcio o alla musica o alla danza, nonché le minacce di risolvere i problemi con premi e punizioni, bisogna portare con sé, insieme al registro, quello che ha raccontato Papa Francesco nello stadio di Milano: "In una scuola c'era un alunno che era un fenomeno a giocare a calcio e un disastro nella condotta in classe. Una regola che gli avevano dato era che se non si comportava bene...." continua
 

Salva questo testoSegnala ad un amicoStampaTorna alla pagina precedenteTorna alla home page
{ font-size: '120%'}