Soft skills, perché studiarle in classe. Centemero: ‘Necessarie per affrontare nuove sfide’

Tuttoscuola.com, 21 aprile 2017

Non solo italiano, storia e matematica: in classe vanno insegnate anche le soft skills, le “competenze trasversali”, come ad esempio la capacità di lavorare con gli altri e il problem solving, per preparare gli studenti ad affrontare meglio il loro futuro e a essere cittadini attivi. Parte da questo presupposto la CdO Opere educative-Foe, che lo scorso 20 aprile a Roma ha promosso, assieme all’European Council of National Associations of Independent Schools (ECNAIS), un convegno per parlare di formazione e soft skills con i rappresentanti di scuole “indipendenti, libere, paritarie di oltre quindici Paesi”.... continua
 

Salva questo testoSegnala ad un amicoStampaTorna alla pagina precedenteTorna alla home page
{ font-size: '120%'}